Come contrattare energia alle condizioni più convenienti?

Le aziende sono molto sensibili al tema delle spese per elettricità e gas, servizi che gravano fortemente sul loro budget me che sono assolutamente indispensabili. A fronte di una elevata complessità del mercato energetico accentuata ancor più dalla recente liberalizzazione di quest’ultimo, sono sempre più le imprese ad affidarsi all’intermediazione per ottimizzare i contratti di fornitura energetica. Altre aziende invece non si rivolgono a intermediari per via dei costi elevati e poco trasparenti. Scelgono quindi di affrontare da sole questa sfida, con il rischio che questa attività si riveli time-consuming, oppure adottano le soluzioni più semplici ma anche più onerose in termini di costi, ad esempio acquistando servizi energetici a prezzo fisso.

Chi sono gli intermediari di contratti per la fornitura energetica? Qual è il loro valore aggiunto? Perché conviene aderire e gestire un contratto direttamente con il fornitore? Come farlo alle migliori condizioni?

I. Consulenti e broker: chi sono e cosa fanno?

Quali sono i servizi proposti dagli intermediari di contratti di fornitura energetica?

I servizi che le società di intermediazione offrono agli utenti sono:

  • Strutturazione e apertura di richieste di offerte per conto dei clienti
  • Raffronto delle offerte ricevute dai fornitori
  • Gestione delle pratiche amministrative presso i distributori
  • Proposte di strategie per ottimizzare i prezzi
  • Verifica delle fatture ricevute

Queste società offrono i loro servizi anche ai fornitori:

  • contribuiscono al loro volume di affari
  • aiutano a interpretare il fabbisogno della clientela

Che differenza c’è tra un broker e un consulente?

Esistono due tipi di intermediari che mettono in collegamento le aziende clienti e i fornitori: i consulenti e i broker.

I consulenti gestiscono il contratto di energia per conto del cliente. Possiedono una riconosciuta expertise nel mercato dell’energia.

I broker mettono in contatto fornitori e consumatori con l’obiettivo di realizzare una transazione economica. Possiedono riconosciute competenze commerciali.

Sia broker che consulenti, per poter motivare il proprio ruolo, solitamente portano ancora più complessità a un mercato di per sé complesso. Tuttavia, con gli strumenti e le informazioni adeguate a comprendere tecnicismi e criticità del mercato, la gestione dei contratti gas ed elettricità è alla portata di tutti.

II. Perché conviene sottoscrivere un contratto direttamente con il fornitore?

L’intermediazione comporta sempre un costo per il cliente finale.

L’intermediario si trova in mezzo a due interessi opposti: da un lato il cliente finale desidera pagare il meno possibile per il miglior servizio possibile, dall’altro l’obiettivo del fornitore è massimizzare il margine commerciale. Per evitare che questo avvenga, bisogna scegliere da che parte stare!

L’intermediazione rappresenta in ogni caso un costo per il cliente finale.

Prendiamo l’esempio di una società di intermediazione che presenta al cliente finale i propri servizi come gratuiti perché la sua prestazione le viene riconosciuta dal fornitore. In realtà, il fornitore ricarica il costo dell’intermediazione sulla tariffa del servizio energetico proposta al cliente.

Il modello di retribuzione dell’intermediario non è trasparente.

Il modello di retribuzione di alcuni intermediari dipende dalle condizioni del mercato:

  • Per un cliente, se il mercato della materia prima scende rispetto alla data di sottoscrizione del contratto in essere, allora secondo questo modello ci sarà una ripartizione del guadagno
  • Per un altro, se il mercato della materia prima sale rispetto alla data di sottoscrizione del contratto in essere, in tal caso il compenso sarà a forfait fisso.

Ad esempio, una consulenza su un contratto di due anni con un consumo di 10.000 Mwh all’anno e una tariffa di 4 €/Mwh: se il guadagno viene ripartito in due quote uguali, il compenso per l’intermediario sarà di 40.000 €, mentre, a fronte di un aumento del mercato, il forfait si aggirerebbe sui 5.000 €… questo per la stessa identica prestazione!

E per questa ragione che, se hai scelto di ricorrere ai servizi di intermediazione, ti consigliamo di sceglierne uno che abbia tariffe trasparenti e svincolate dal guadagno che otterrai o dalle perdite subite rispetto al tuo contratto.

Il raffronto immediato dei prezzi esposti dai fornitori ha un costo.

I prezzi che le società di intermediazione comunicano possono essere confrontati in tempo reale. Questo raffronto però non può che essere su prezzi alti.

Difatti, i prezzi «live» reali nascondono dei costi elevati che sono legati allo sviluppo di sistemi informatici complessi e costosi. Sono questi che vanno a ricadere nella bolletta degli utenti finali.

Prezzi «live» aggiornati a un intervallo regolare, anche di più settimane, determinano un forte rischio per il fornitore, che anche in questo caso li ribalterà sulla bolletta dell’utente finale. Il rischio è dovuto alla volatilità del mercato della materia prima energetica, di cui non si riesce mai a prevedere con certezza l’evoluzione. Il fornitore è pertanto particolarmente attento al lasso temporale che passa dal momento in cui viene presentata l’offerta alla sua accettazione. Più questo periodo è ampio, più alta sarà la tariffa proposta.

Per questa ragione passare da un’offerta classica a una con durata nel tempo il più limitata possibile è la scelta più conveniente per l’utente finale.

III. Come sottoscrivere un contratto direttamente con il fornitore e alle condizioni più convenienti?

Usa a tuo vantaggio le due voci di costo presenti in bolletta su cui puoi fare leva.

A parità di consumi, hai il controllo su due elementi che ti permetteranno di ridurre sensibilmente l’importo finale in bolletta: il margine commerciale del fornitore e, cosa ancora più importante, il momento in cui sottoscrivi il contratto.

Metti in competizione i fornitori.

Come i broker, YEM ti consente di mettere in competizione i fornitori di energia per abbassare i prezzi.

Ma diversamente da loro, YEM i prezzi non li gonfia. Infatti, YEM ha adottato il solo modo che consente di confrontare prezzi bassi, cioè richiedendo un’offerta a durata limitata, e non ribalta i costi al fornitore.

Inoltre, il contratto di fornitura non viene sottoscritto direttamente sulla piattaforma, dando così al cliente due vantaggi. Infatti, alla sua richiesta di offerta e se lo desidera, il cliente avrà la possibilità di negoziare successivamente il prezzo e le condizioni generali di vendita. Come? Chiamando direttamente i fornitori che hanno proposto le migliori offerta su YEM.

Gioca per tempo sulla sottoscrizione del contratto.

Acquista il tuo servizio gas o di energia elettrica a un prezzo variabile e adotta delle strategie per ridurre i costi. Su YEM in pochi clic puoi ripartire il rischio fissando in diversi momenti il prezzo quando quello della materia prima è a livelli più bassi.

Scegli un servizio trasparente.

Scegli di preferenza un consulente che ti propone un prezzo svincolato dal guadagno che otterrai.

Ricordati che tutti i costi sostenuti dal fornitore sono ribaltati in bolletta, compresi i costi per attività di intermediazione.

Scegli un servizio che ti mette in una posizione di vantaggio.

Come i consulenti, anche YEM mette la propria esperienza sui contratti di fornitura energetica al servizio dei clienti. L’approccio è però diverso. L’obiettivo di YEM è far sì che i propri clienti diventino con facilità acquirenti di servizi gas ed energia elettrica competenti, informati e autonomi nella gestione del contratto di fornitura.

YEM da una parte semplifica le procedure da compiere per incidere positivamente sul prezzo dell’energia,  dall’altra crea un canale professionale su cui gli imprenditori possono facilmente entrare in contatto con i fornitori e comparare le proposte su misura per le loro esigenze energetiche. YEM rende accessibile il mercato dell’energia fornendo gli strumenti e i mezzi professionali per accedervi.

YEM non si limita ad essere un facilitatore ma fornisce ai clienti la chiave per comprendere il mercato dei contratti di fornitura energetica e si propone come advisor. Spiega così ai clienti i termini più tecnici e indica come trovare rapidamente le informazioni. Segnala anche eventuali criticità e dà suggerimenti sulle opzioni disponibili fornendo gli strumenti necessari a prendere una decisione libera e chiara.